Solarium

I raggi ultravioletti hanno un effetto diverso sulla nostra pelle se usati in maniera anomala, ma se saputi usare hanno molti effetti benefici. Per questo motivo la nostra doccia solare, grazie alla tecnica tedesca "Ergoline", ci consente di poter effettuare trattamenti che :
- Permettono una abbronzatura naturale, graduale ed omogenea per tutto il corpo;
- Aumentano le capacità del sistema immunitario (potenziando i meccanismi di difesa);
- Stimolano la produzione di vitamina D;

Si sono inoltre riscontrati altri effetti collegati all'esposizione dei raggi ultravioletti ovvero un miglioramento generale del tono dell'umore a causa di una diminuizione della melatonina a favore della serotonina e un riequilibramento dei ritmi circadiani. In particolare in presenza di Jet Lag. Ovviamente la cosa si ritorce contro in caso di esposizione ai raggi UV prima di dormire (rischio d'insonnia).


LE MALATTIE E GLI UV


OSTEOPOROSI
I raggi UV vengono spesso utilizzati nella prevenzione di alcune malattie. L'osteoporosi per esempio ha come fattore aggravente le poche ore passate alla luce del sole.

Questa malattia, che consiste in un abbassamento costante della massa ossea e della microarchitettura di questa, provoca un aumento del rischio di frattura. Nel trattamento curativo vengono usate anche lampade abbronzanti per l'integrazione dei raggi UV.


LA PSORIASI
Altra malattia cronica è la psoriasi, infiammazione cutanea che crea gravi disagi estetici a chi ne è affetto. La psoriasi infatti causa arrossamenti della pelle e prurito nella prima fase, mentre quando si aggrava, porta addirittura alla desquamazione della pelle, con conseguente trauma psicologico per chi la vive. Oltre al trattamento farmacologico anche qui viene utilizzata la cosidetta "PUVA terapia" ovvero l'utilizzo di lampade UV il cui effetto viene potenziato da farmaci fotosensibiolizzanti (denominati psoraleni da P-UVA).

Esistono anche nuove terapie che fanno uso esclusivamente dei raggi UVB "a banda stretta" ovver UVB con frequenza d'onda pari a 311nm. Gli UVB infatti si rivelano molto più efficaci degli UVA nel trattamento della psoriasi (per raggiungere gli stessi effetti si deve ricorrere talvolta a quantità di 100 volte superiori dei raggi UVA) ma hanno la controindicazione di causare più facilmente eritemi. L'azione di questi quindi deve essere bilanciata fra azione curativa ed azione erimatogena.


LA VITILIGINE
Malattia legata alla assenza di melanina è la vitiligine. Questa malttia si presenta con chiazze chiare distribuite su tutto il corpo. Infatti in queste zone non viene prodotta melanina nonostante la presenza e l'attività metabolica dei melanociti. Si può rozzamente considerare come un albinisimo a chiazze. Le cause precise di questa malattina sono ancora sconosciute ma si presume abbia un'origine autoimmune.

Ovviamente non è contagiosa ma la contrazione di questa malattia può portare ad isolamento volontario a casa del trauma psicologico di cui è responsabile (proprio come la psoriasi). Come per la psoriasi l'unica cura è (insieme a farmaci immunomodulanti) una terapia a base di raggi UVB a banda stretta.


IL RACHITISMO
Tra le malattie che vengono curate tramite raggi ultravioletti troviamo anche il rachitismo, una forma di deformità ossea. Questa malattia rimane in realtà strettamente legata alla mancanza di vitamina D. Nell'orgranismo umano questa vitamina è prodotta per lo più dalla cute (il 90 % circa) mentre attraverso la dieta se ne assume in quantità troppo piccole. In assenza di tale vitamina non è possibile l'assimilazione del calcio da parte delle ossa. Da ciò deriva la malformazione ossea(osservata soprattutto nei soggetti di età molto giovane) che si presenta in chi non si espone in nessun modo ai raggi solari.

La cura per questa malattia è l'assunzione di vitamina D per via orale, l'esposzione a lampade agli ultravioletti o la semplice esposizione al sole. Nota curiosa è che, in Siberia, dove gli inverni sono lunghi e l'esposizione al sole ridotta, il governo ha previsto sin dagli anni '80, periodiche esposizioni a lampade UV per i bambini al fine di ridurrre l'incidenza del rachitismo.